Inbound Marketing: Ecologia della comunicazione + Emotional Journey

Cos’è l’Inbound Marketing? Ecologia della comunicazione + Emotional Journey

Quando parlo di Inbound Marketing mi piace associarlo al tema dell’ecologia della comunicazione.

Alla base di tutto c’è un cambiamento antropologico e ideologico rispetto alle modalità tradizionali di fare marketing, comunicare e gestirne le diverse fasi del processo di acquisto (customer journey).

Cos’è l’Inbound Marketing e quali sono gli elementi principali e le fasi che lo caratterizzano?

L’Inbound Marketing indica una modalità di marketing centrata sull’essere trovati da potenziali clienti. Cioè farsi trovare dalle persone giuste nel momento in cui hanno bisogno di te.

Per farlo è necessario creare interesse, coinvolgimento ed empatia. Imparare e comprendere i bisogni specifici, le motivazioni profonde e il linguaggio delle persone al quale ci rivolgiamo, quindi conoscere molto bene il proprio pubblico – e risolvere i problemi con servizi o prodotti specifici – renderà più semplice anche la vendita ed inoltre li renderà felici, cioè emotivamente coinvolti.

Un modo efficace ed ecologico per trasformare individui che non ci conoscono in clienti fidelizzati, e forse in promoter, persone che parlano con piacere del nostro lavoro, che diventano megafono di diffusione di storie di interazione positiva con il nostro brand.

L’Inbound Marketing nasce proprio da questo approccio: prima cerco di conoscere le persone con il quale voglio interagire, comprendo i loro bisogni e poi mi attivo per creare contenuti / messaggi utili (e comprensibili) per il mio specifico pubblico.

Dobbiamo quindi lavorare su una strategia di comunicazione web che, partendo dalla conoscenza del pubblico (buyer personas e marketing personas), ci permetta di creare e distribuire contenuti rintracciabili sul web (SEO, Social Media e Digital PR) e con una forte identità e riconoscibilità (Brand Identity). Tutto questo per attirare nuovi potenziali clienti sul sito web, con lo scopo di offrirgli informazioni, risposte e soluzioni di problemi da affiancare alle classiche offerte e promozioni.

Dal Customer Journey all’Emotional Journey. Costruire relazioni basete sulla conoscenza e le emozioni

Per costruire però una relazione duratura e profonda tra utente e brand è importante identificare, anche nella comunicazione web, percorsi emotivi, prima ancora che razionali, che permettano di creare nei visitatori attenzione (pertinenza e forza evocativa dell’immagine), attrazione (rilevanza dell’immagine) e interesse (focus su benefici per l’utente) poi oppurtunamente commutati in analisi/valutazione (testimonianze) ed azione (call to action).

Alla classica ripartizione in 4 fasi dell’Inbound Marketing (Attrarre, Convertire, Concludere ed Intrattenere) ho voluto quindi aggiungere anche uno schema per me illuminante, che viene dall’ambito del Neuromarketing: l’Emotional Journey, ideato da Andrea Saletti.

Un modello mentale basato sui 5 micro-momenti irrazionali, dagli stati emozionali agli stati logici, che caratterizzano il processo decisionale (ed anche il percorso d’acquisto) dell’utente online:

  • Attenzione
  • Attrazione
  • Interesse
  • Analisi
  • Azione

😅 💻 Ecco il mio primo video della Rubrica #EssereDigitali ...nel 2020 💪

😎 Ormai ci sono e pubblicherò sul mio canale Youtube un nuovo video tutti i mercoledì, raccontando come utilizzare al meglio le strategie e gli strumenti della comunicazione digitale.

Ho ancora molto da imparare e sperimentare con i video, ma come dico sempre…. l’importante è partire 🙂

Libri consigliati:

📚 Inbound marketing. Le nuove regole dell’era digitale

📚 Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web: Il modello Emotional Journey

 

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.