Internet in crescita anche ad Agosto

Sembra che Internet e la rete sia un settore in continua espansione e che non conosce il segno negativo. Secondo i dati di Audiweb nel mese di agosto sono stati 23,8 milioni gli Italiani che si sono collegati a Internet almeno una volta, segnando un incremento del 13,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’audience online nel giorno medio ha registrato una crescita del 18,8% rispetto all’anno precedente, con una media di 9,8 milioni di utenti attivi che hanno navigato per 1 ora e 22 minuti consultando 153 pagine per persona.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli Italiani online sono principalmente adulti tra i 35 e i 54 anni (il 46,4% degli utenti attivi nel giorno medio) e hanno navigato in media per 1 ora e 19 minuti, consultando 145 pagine per persona.
Sono 2 milioni i giovani tra i 25 e i 34 anni, ovvero il 21,8% degli utenti attivi nel giorno medio, che navigano per 1 ora e 35 minuti consultando in media 185 pagine per persona.

Per quanto riguarda la distribuzione dell’utilizzo di Internet nella settimana, anche nel mese di agosto si conferma una maggiore concentrazione nei giorni lavorativi (lunedì – venerdì) in cui si registra una media giornaliera di 10,4 milioni di utenti attivi, rispetto al fine settimana (sabato – domenica) in cui l’audience cala registrando 8,5 milioni di utenti attivi nel giorno medio.

Mentre l’uso del mezzo nelle diverse fasce orarie del giorno presenta una particolare attività a partire dal mattino. Infatti, nella fascia oraria 9:00 – 12:00 risultano online in media 4,2 milioni di utenti attivi con un dato abbastanza stabile fino alle ore 21 (4,7 milioni di utenti attivi nella fascia oraria 18:00 – 21:00) che si abbassa leggermente tra le 21:00 e la mezzanotte (3,9 milioni di utenti attivi).

Per quanto riguarda le aree geografiche Audiweb rileva che nel mese di agosto gli utenti attivi nel giorno medio sono 3 milioni nel Nord-Ovest (il 20,1% della popolazione di riferimento), 1,7 milioni nel Nord-Est (pari al 18,6%), 1,7 milioni del Centro (il 17,9%) e 3,1 milioni nel Sud e Isole (15,5%).